Gravino

Antichissime sono le origini di questo liquore, a base di vino aromatizzato con infusi di erbe e bacche provenienti dai monti dell’Appennino centrale e irrobustito, nella sua componente alcolica, con l’aggiunta di grappa. Naso vibrante e perfettamente riconoscibile nelle note di piccoli frutti rossi e mandorla; gusto voluminoso, pieno, di buon corpo. Chiude con il calore dell’alcool bilanciato da una carezza glicerinosa.